Android 12 le 8 nuove funzioni scopri cosa cambia

Nuove funzioni Android 12 quali sono e che cosa cambia rispetto ad Android 11 ? Ecco quello che troveremo sui telefoni Android 12 tra qualche mese

Cinque mesi dopo il rilascio di Android 11, Google ha annunciato Android 12 Developer Preview 1 (DP1). Sebbene la maggior parte dei cambiamenti avvenga nel codice di programmazione, queste sono le otto migliori funzionalità Android 12 che gli sviluppatori hanno reso note.

Android 12 le 8 nuove funzioni scopri cosa cambia

Quando verrà rilasciato Android 12 ?

La prima versione beta di Android 12 è stata rilasciata il 18 febbraio 2021. È stata resa disponibile per gli smartphone Google Pixel 3/3 XL, Pixel 3a / 3a XL, Pixel 4/4 XL, Pixel 4a / 4a 5G e Pixel 5.

Secondo una sequenza temporale fornita da Google le nuove versioni di Android 12 verranno rilasciate con cadenza mensile con l’ultima versione ad agosto 2021. Le versioni di Android 12 dedicate agli sviluppatori saranno rilasciate fino ad Aprile 2021 e le successive, fino ad agosto, saranno pubbliche.

Google normalmente rispetta le tempistiche riportate sui suoi crono programmi quindi, prima della fine del 2021 si potranno vedere i primi smartphone con Android 12.

Quando il mio telefono riceverà Android 12 ?

Una volta disponibile la versione definitiva di Android 12 Google dovrebbe iniziare immediatamente a distribuire il software su ogni suo smartphone Pixel con caratteristiche tecniche suffienti a afar funzionare Android 12. Sfortunatamente, per i possessori di Pixel 2/2 XL, sembra che il telefono abbia raggiunto la fine del suo ciclo di vita e non riceverà un altro importante aggiornamento del firmware.

Per tutti gli altri smartphone il rilascio di Android 12 dipenderà dal produttore del proprio smartphone o tablet. La velocità con cui il tuo dispositivo verrà aggiornato si riduce a due aspetti: quanti anni ha il tuo dispositivo e quali caratteristiche ha l’hardware.

Nella migliore delle ipotesi, se hai un telefono di recente produzione dovresti ricevere l’aggiornamento entro un paio di mesi dalla data di rilascio ufficiale di Android 12. In caso contrario, dovrai aspettare che l’implementazione avvenga da 6 a 12 mesi dopo il rilascio pubblico di Android 12.

Come installare Android 12 sullo smartphone

Se vuoi provare in anteprima Android 12 sul tuo smartphone Pixel trovi una buona guida in inglese su 9to5Google. Sfortunatamente, dovrai caricare manualmente il nuovo firmware. Se vuoi aspettare (cosa che ti consigliamo di fare poiché le build DP sono piene di bug), puoi iscriverti al programma beta Android e, una volta che saranno disponibili da maggio in avanti, le versioni di Android 12 beta pubbliche potrai installarlo sul tuo smartphone via OTA.

le 8 nuove funzioni scopri cosa cambia su Android 12

Aggiungi testo ed emoji ai tuoi screenshot

Lo strumento di markup di Android è sempre stato privo di funzionalità di modifica “artistiche” presenti su altre piattaforme. Per fortuna, con Android 12, Google offre a tutti più modi per personalizzare i propri screenshot.

In particolare, Android 12 DP1 introduce nuove opzioni di testo ed emoji nello strumento di markup. Come gli strumenti di testo che si trovano nelle app dei social media come Instagram, puoi scegliere tra sette colori del testo e regolare la dimensione del carattere. Le stesse opzioni di personalizzazione sono disponibili per il selettore di emoji.

Screenshot Android 12 a scorrimento

Gli screenshot a scorrimento fanno parte di Android da anni, ma non sono mai stati implementati ufficialmente da Google. Adesso o dovevi scaricare un’app di terze parti o speravi che il produttore del tuo dispositivo includesse la funzione. Sebbene la funzione non sia abilitata per impostazione predefinita, sembra che gli screenshot Android 12 a scorrimento potrebbero finalmente arrivare sulla nuova versione di Android.

Ti potrebbe interessare leggere anche : Codice IMEI dove lo trovo sul telefono Android

Icone dello schermo di notifica ridisegnate (e più grandi)

A differenza di molte delle modifiche rivolte agli utenti di Android 12, la revisione visiva dell’area notifiche è in primo piano e al centro. Sebbene il suo design nella versione beta non sia ancora finalizzato, quasi tutte le icone trovate nell’ombra delle notifiche sono significativamente più grandi di quelle presenti su Android 11.

Inoltre, Google ha portato la funzione di posticipo delle notifiche. Quando vengono toccate, le notifiche dell’app possono essere posticipate per un massimo di due ore.

“Double Tap” è Take on Back Tap di Google

Nel 2020, Apple ha rilasciato una funzione in iOS 14 chiamata “Back Tap”. In poche parole, tocchi il retro del telefono due o tre volte per avviare un’azione. Un’app di terze parti chiamata “Tap, Tap” ha portato funzionalità simili su Android. Con Android 12 la funzione viene originariamente chiamata “Double Tap”.

Il doppio tocco può essere abilitato andando su Impostazioni> Sistema> Gesti> Doppio tocco. Una volta attivata l’opzione, puoi aprire l’assistente, fare uno screenshot, riprodurre e mettere in pausa i contenuti multimediali, vedere le app recenti o aprire l’area notifiche toccando due volte sul retro del telefono.

Sfortunatamente, sull’ultima versione beta di Android 12, la funzione Double Tap sembra non funzionare. Dovremo aspettare e vedere se Google abilita la funzione nelle versioni successive di Android 12.

Nuova modalità a una mano (simile a quella di iPhone)

Avere un grande schermo dello smartphone è ottimo per guardare Netflix, ma rende incredibilmente difficile raggiungere qualsiasi cosa vicino alla parte superiore del display. La “modalità One-Handed” di Google, è quasi un clone esatto della modalità Raggiungibilità di Apple su iPhone.

La funzione funziona scorrendo verso il basso sulla barra dei gesti che si trova nella parte inferiore dello schermo. Immediatamente, la metà superiore del display si sposta verso il basso. Scorri verso l’alto sulla barra dei gesti per espandere lo schermo alle sue dimensioni originali.

Con la modalità One-Handed così profondamente nascosta nelle impostazioni dello sviluppatore, non è chiaro se rimarrà disponibile quando Android 12 sarà reso disponibile al pubblico.

Invia password Wi-Fi con condivisione nelle vicinanze

Condividere la tua password Wi-Fi è ora più facile che mai. Oltre a generare un codice QR personalizzato che altri possono scansionare, Android 12 DP1 ha aggiunto una nuova funzione a Nearby Share (la risposta di Google ad AirDrop di Apple) che ti consente di trasmettere la password di una rete Wi-Fi in modo sicuro e veloce.

Con Android 12 installato, vai su Impostazioni> Rete e Internet> Wi-Fi e tocca un SSID a cui sei già connesso. Da lì, tocca l’icona “Condividi”, verifica la tua identità e seleziona il pulsante “Nelle vicinanze”. È quindi possibile trasmettere le informazioni di accesso a qualsiasi altro dispositivo Android con Condivisione nelle vicinanze abilitata.

Alterna la privacy della videocamera e del microfono

La privacy è tutto e Google la sta rendendo più semplice. Con Android 12 nessuna delle tue app potrà accedere alla fotocamera o al microfono del tuo dispositivo senza il tuo consenso. Su Android 12 troviamo la funzione “Blocca videocamera” e “Disattiva microfono” che attualmente devono essere abilitati manualmente utilizzando un flag sviluppatore. Con entrambi gli interruttori abilitati, interrompi l’accesso alle telecamere e ai microfoni, anche se un’app ha il permesso di usarli.

Su Android 12 C’è un’interfaccia semplificata (nascosta) chiamata “Silky Home”

Se hai utilizzato la skin Android One UI di Samsung, l’interfaccia nascosta di DP1 sembrerà piuttosto familiare. Chiamata “Silky Home”, l’interfaccia semplificata sostituisce il tradizionale menu Impostazioni con qualcosa di un po ‘più facile da usare su dispositivi più grandi. Invece di avere gli elementi che occupano l’intero schermo, una grande etichetta riempie la parte superiore del menu, rendendo più facile raggiungere qualsiasi cosa sullo schermo.

Con Android 12 Developer Preview 1 installato, puoi attivare il flag dello sviluppatore utilizzando l’utilità ADB di Google ed eseguendo il seguente comando:

Le impostazioni della shell ./adb impostano impostazioni globali_silky_home true

Non è chiaro se si tratta di una riprogettazione su cui Google sta lavorando per il lancio pubblico di Android 12 o qualcosa che vedremo in una versione successiva del sistema operativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *