AirDrop non funziona su iPhone o Mac ?

Air Drops Apple ti consente di inviare file, foto e altri dati tra iPhone, iPad e Mac. Come tutte le tecnologie wireless, però, AirDrop Mac può crare problemi. Ecco come risolvere i problemi comuni di iDrop iPhone.

Cos’è AirDrop?

AirDrop è il metodo proprietario di Apple per inviare file o dati localmente tra due dispositivi Apple. I dispositivi inizialmente si connettono tramite Bluetooth, con il Wi-Fi per trasferire file di grandi dimensione.

La funzione è stata introdotta per la prima volta sui Mac nel 2008. Si è espansa ai dispositivi iOS con il lancio di iOS 7 nel 2013. AirDrop è veramente utile quando funziona, ma se hai un dispositivo Appel poco recente è più probabile che si verifichino problemi. I problemi di visibilità sono quelli più comuni che le persone hanno quando utilizzano AirDrop: a volte, il dispositivo destinatario del file non è visibile e non importa quante volte provi, non vi è nulla da fare !

AirDrop non funziona su iPhone o Mac
AirDrop non funziona su iPhone o Mac

Questo è uno dei motivi per cui Apple ha introdotto il nuovo chip U1 con tecnologia a banda ultra larga per iPhone 11 e iPhone 12. L’U1 è progettato per migliorare la visibilità del dispositivo Apple ed eliminare i problemi che affliggono AirDrop da anni.

Purtroppo passerà un po ‘di tempo prima che la maggior parte delle persone abbia a disposizione un chip del genere nel proprio dispositivo Apple. Per ora, siamo bloccati nel tentativo di far funzionare AirDrop alla vecchia maniera sui dispositivi più datati.

Abbiamo suddiviso questi suggerimenti tra dispositivi Mac e iOS, poiché puoi utilizzare metodi diversi su ciascuna piattaforma. Se desideri utilizzare AirDrop tra un iPhone o iPad e un Mac, assicurati di controllare entrambe le sezioni per avere suggerimenti più pertinenti.

Il mio Mac o dispositivo iOS può utilizzare AirDrop ?

AirDrop è compatibile con i seguenti computer Mac:

  • MacBook Pro (fine 2008 o più recente)
  • MacBook Air (fine 2010 o più recente)
  • MacBook (fine 2008 o più recente)
  • iMac (inizio 2009 o più recente)
  • Mac mini (metà 2010 o più recente)
  • Mac Pro (inizio 2009 con AirPort Extreme o più recente)

AirDrop è compatibile con i dispositivi iOS che :

  • Utilizzano iOS 7 o versioni successive
  • Hanno una porta Lightning

Nonostante ci sia questa ampia compatibilità, più vecchio è il tuo dispositivo, più è probabile che tu abbia problemi con AirDrop.

Risoluzione dei problemi di AirDrop su un Mac

Ci sono alcuni trucchi per far funzionare AirDrop su un Mac rispetto a un dispositivo iOS. Questo perché, su un Mac, hai accesso al Terminale, più impostazioni che puoi regolare e la possibilità di eliminare file dalle cartelle di sistema.

Iniziamo!

Aggiorna macOS

Molto probabilmente lo hai già sentito dire più volte ma dovresti mantenere il tuo dispositivo aggiornato se vuoi ridurre al minimo i problemi software. AirDrop è capriccioso quindi, se il tuo Mac ha una versione vecchia di macOS e stai cercando di inviare file al tuo nuovissimo iPhone 11 o iPhone 12 questo potrebbe essere il problema.

Innanzitutto, esegui il backup del tuo Mac con Time Machine, quindi vai su Preferenze di Sistema> Aggiornamento software e installa tutti gli aggiornamenti disponibili. Se non stai utilizzando l’ultima versione di macOS, apri l’App Store, cerca “macOS”, quindi scaricalo gratuitamente.

Apri AirDrop nel Finder

Secondo Apple, se il tuo Mac esegue OS X Mavericks o versioni precedenti, devi aprire Finder e fare clic su AirDrop nella barra laterale per trasferire i file. Apple non stabilisce questo requisito per le versioni successive di macOS, ma abbiamo ottenuto risultati migliori quando apriamo la finestra di AirDrop prima di avviare un trasferimento.

Imposta la visibilità del tuo Mac su “Tutti”

Se hai problemi a inviare un file a un Mac, regola la visibilità in Finder> AirDrop. Nella parte inferiore dello schermo, fai clic sulla freccia accanto a “Consenti a me di essere scoperto da:” e seleziona “Tutti” dal menu a tendina.

Se selezioni “Solo contatti”, assicurati che i dettagli di contatto dell’altra parte vengano visualizzati nella tua app Contatti. Apple non specifica quale particolare informazione utilizza per identificare un contatto, ma un indirizzo e-mail collegato a un ID Apple è una scelta valida.

A volte, l’opzione “Solo contatti” non funziona correttamente, anche quando sono presenti indirizzi e-mail e numeri di telefono. Per ottenere i migliori risultati, assicurati che entrambe le parti siano visualizzate nelle app Contatti dell’altra.

Disattiva la funzione Non disturbare

La modalità Non disturbare interferisce con AirDrop perché rende il tuo Mac invisibile ad altri dispositivi. Per disabilitarlo, apri “Centro notifiche” (l’icona nell’angolo in alto a destra dello schermo), fai clic sulla scheda “Oggi”, scorri verso l’alto e quindi disattiva “Non disturbare”.

Cerca un “vecchio” Mac

I vecchi Mac utilizzano un’implementazione legacy di AirDrop che non è compatibile con i più recenti dispositivi iOS. Puoi utilizzare un Mac moderno per inviare file a un Mac più vecchio ma prima devi dire ad AirDrop di cercare un Mac più vecchio. Se il tuo Mac è stato prodotto prima del 2012, questo metodo potrebbe funzionare.

Innanzitutto, assicurati che il vecchio Mac sia visibile e che la finestra di AirDrop sia aperta e pronta per la ricezione. Sul tuo Mac più recente, vai su Finder e fai clic su “AirDrop” nella barra laterale. Fai clic su “Non vedi chi stai cercando?” nella parte inferiore della finestra, quindi fai clic su “Cerca un Mac meno recente”.

Connettiti alla stessa rete Wi-Fi

Per far si che la procedura funzioni entrambi i dispositivi non devono condividere la stessa rete Wi-Fi affinché AirDrop funzioni. Tuttavia, la nostra esperienza suggerisce che, quando i dispositivi condividono una sola rete, i risultati sono molto migliori. Se possibile, connetti entrambi i dispositivi alla stessa rete Wi-Fi

Disattiva “Blocca tutte le connessioni in entrata”

Se utilizzi il firewall su Mac questo potrebbe bloccare anche le connessioni in entrata. Per evitare che i trasferimenti AirDrop falliscano, è necessario disabilitare questa impostazione. Questo non vuole dire che devi disabilitare il firewall ma soltanto abilitare la porta che utilizza AirDrop sul firewall.

Vai su Preferenze di Sistema> Sicurezza e Privacy, quindi fai clic sulla scheda “Firewall”. Se il firewall è impostato su “Off”, puoi passare al suggerimento successivo.

Se il firewall è attivo, fai clic sul lucchetto nell’angolo in basso a sinistra della finestra, quindi digita la password dell’amministratore (o utilizza Touch ID o Apple Watch, se possibile).

Quindi, fai clic su “Opzioni firewall”. Nella finestra che si apre, assicurati che la casella accanto a “Blocca tutte le connessioni in entrata” sia deselezionata. Fare clic su “OK” per salvare le modifiche, quindi riprova.

Disattiva manualmente Wi-Fi e Bluetooth

Per far funzionare AirDrop a volte basta solo spegnerlo e riaccenderlo. Per farlo sia con Bluetooth che con Wi-Fi, fai clic sull’icona relativa nella barra dei menu in alto a destra dello schermo. Dopo aver disattivato sia il Wi-Fi che il Bluetooth, riaccendili e poi riprova.

Disabilità il Bluetooth con un comando da terminale

Se ciò non funziona, puoi provare a disattivare il servizio Bluetooth del tuo Mac. Questo essenzialmente forza il riavvio del servizio e può potenzialmente risolvere anche problemi di visibilità e trasferimento.

Per fare ciò, apri una nuova finestra del Terminale e quindi digita (o incolla):

sudo pkill azzurrato

Premi Invio, digita la tua password di amministratore (o autorizza tramite Touch ID o Apple Watch), quindi premi nuovamente Invio. Il servizio si riavvia immediatamente e interrompe tutte le altre connessioni Bluetooth aperte. Ora puoi provare a utilizzare nuovamente AirDrop.

Ripristina tutte le connessioni Bluetooth

Questa è l’opzione drastica ma, a molte persone, ha risolto il problema quindi potrebbe valere la pena provare. Il tuo Mac memorizza le connessioni Bluetooth conosciute in un unico file. Se elimini quel file, costringi il tuo Mac a stabilire nuove connessioni e potenzialmente risolverà eventuali problemi. Potrebbe anche risolvere i problemi con qualsiasi dispositivo Bluetooth che non si accoppia.

Ti potrebbe interessare leggere anche : Iphone registrare telefonate senza jailbreak

Prima di tutto fai clic sull’icona Bluetooth nella barra dei menu, quindi seleziona “Disattiva Bluetooth”. Apri una finestra del Finder, quindi seleziona Vai> Vai alla cartella nella barra dei menu.

Digita (o incolla) quanto segue, quindi premi Invio:

/Libreria/Preferenze/

Trova il file “com.apple.Bluetooth.plist” ed eliminalo. Puoi utilizzare la barra di ricerca, assicurati di fare clic su “Preferenze” nella parte superiore della finestra del Finder. Ora riattiva il Bluetooth e verifica se AirDrop funziona.

Ricordati di accoppiare nuovamente i tuoi dispositivi Bluetooth dopo aver provato questo suggerimento.

Riavvia il tuo Mac

Come sempre, il modo più efficace per risolvere i problemi di AirDrop è riavviare il Mac e riprovare. Prima di procedere ti consigliamo di sperimentare prima i suggerimenti precedenti per vedere se qualcuno di essi funziona con il tuo particolare hardware.

Altri suggerimenti per la risoluzione dei problemi con AirDrop

Hai ancora problemi con AirDrop ?  Ci sono altre cose che potresti provare:

  • Riavvia il modem router.
  • Ripristina la PRAM e l’SMC del tuo Mac .
  • Esci dal tuo ID Apple in Preferenze di Sistema, quindi accedi di nuovo.
  • Reinstalla macOS per ripristinare le impostazioni di fabbrica .

Risoluzione dei problemi di AirDrop su un dispositivo iOS

A causa del sistema operativo, i dispositivi iOS non hanno tante possibilità di risoluzione dei problemi. Fortunatamente, ci sono alcuni suggerimenti che funzionano.

Aggiorna iOS

Proprio come macOS, iOS riceve aggiornamenti regolari. Per avere le migliori possibilità di successo di AirDrop, assicurati di utilizzare l’ultima versione di iOS. Vai su Impostazioni> Generali> Aggiornamento software e installa gli eventuali aggiornamenti disponibili.

Assicurati che il tuo dispositivo iOS sia visibile

Puoi modificare la visibilità del tuo dispositivo iOS nel Centro di controllo. Per accedere al Centro di controllo su un iPhone 8 o modelli precedenti, scorri verso l’alto dalla parte inferiore dello schermo. Se hai un iPhone X o modelli successivi, scorri verso il basso dall’angolo in alto a destra dello schermo.

Tieni premuto il pannello che contiene i simboli Modalità aereo e Wi-Fi finché non viene visualizzato un nuovo pannello. Tocca “AirDrop” per impostare la visibilità. Per risultati ottimali, tocca “Tutti”.

Se selezioni l’opzione “Solo contatti”, la persona con cui condividi deve trovarsi anche nell’app Contatti (o nell’app Telefono nella scheda Contatti). Per ottenere i migliori risultati con questo metodo, assicurati che l’ID Apple collegato dell’altra parte sia visualizzato nel contatto pertinente.

Poiché “Solo contatti” è una funziona che crea problemi ti consigliamo di impostare questa opzione su “Tutti” per i trasferimenti, quindi passare a “Ricezione disattivata”.

Assicurati che il tuo iPhone sia attivo e sbloccato

Il tuo iPhone deve essere attivo per essere visibile ad altri dispositivi AirDrop. Le richieste AirDrop appariranno come notifiche sulla schermata di blocco quando il dispositivo è bloccato. Per ottenere i migliori risultati, assicurati che il tuo dispositivo sia attivo, sbloccato e pronto per ricevere.

Disattiva Non disturbare

Se la modalità Non disturbare è abilitata sul tuo dispositivo iOS, non sarai in grado di ricevere richieste AirDrop. Per disabilitare la modalità Non disturbare, vai su Impostazioni> Non disturbare. Puoi anche attivare l’icona Non disturbare (sembra una luna) nel Centro di controllo.

Disabilita l’hotspot personale

Non puoi usare AirDrop se hai un hotspot personale connesso. Per disabilitare rapidamente l’hotspot personale, apri Centro di controllo, tocca e tieni premuto il pannello con il simbolo Wi-Fi, quindi disattiva “Hotspot personale”.

Ricevi diversi tipi di file separatamente

Quando ricevi un file tramite AirDrop, si apre immediatamente nell’app pertinente. Ciò a volte causa problemi se si tenta di inviare più tipi di file in un unico trasferimento.

Suddividi i tuoi trasferimenti per tipo di file prima di inviarli tramite AirDrop a un dispositivo iOS e verifica se questo risolve il problema.

Elimina Bluetooth e Wi-Fi con la modalità aereo

Un consiglio è quello di chiudere tutti i servizi del tuo dispositivo con la modalità aereo. La commutazione tra Wi-Fi e Bluetooth non è sufficiente perché, quando disabiliti il ​​Wi-Fi in Control Center, ti disconnette solo dalla rete corrente. Per ripristinare tutti i servizi, apri il Centro di controllo, abilita la modalità aereo e attendi circa 10 secondi. Disabilita la modalità aereo e riprova.

Tieni presente che la modalità aereo salva l’ultima configurazione nota. Se attivi la Modalità aereo e poi riattivi manualmente Wi-Fi o Bluetooth, la Modalità aereo la ricorderà la prossima volta. Assicurati di disabilitare sia Bluetooth che Wi-Fi prima di provare questo suggerimento.

Riavvia il tuo dispositivo iOS

In caso di dubbio, spegnilo e riaccendilo. Questo probabilmente risolverà i tuoi problemi con AirDrop (almeno temporaneamente), sebbene non sia sempre l’opzione più conveniente.

Ripristina le impostazioni di rete

Non l’abbiamo provato, quindi non possiamo attestare che funzioni ma, se hai problemi, con AirDrop, potresti provarlo. Ciò ripristina tutte le reti Wi-Fi conosciute e le impostazioni VPN, APN e cellulare ai valori predefiniti. Successivamente dovrai riconnetterti a tutte le tue reti Wi-Fi.

Se ne vale la pena, vai su Impostazioni> Generali> Ripristina> Ripristina impostazioni di rete.

Usa iCloud invece di AirDrop

iCloud Drive è il supporto di archiviazione cloud di Apple. Non è certo il servizio di cloud storage più funzionale in circolazione, ma è integrato in ogni dispositivo iOS e macOS, quindi è una buona alternativa ad AirDrop.

Ci sono però dei limiti. Mentre AirDrop è progettato per il trasferimento di file locali, iCloud è un supporto di archiviazione online. Devi connetterti a Internet e, se devi caricare o scaricare file di grandi dimensioni, potrebbe essere scomodo (o impossibile).

Se vuoi provare iCloud, continua a leggere e ti guideremo all’uso del servizio.

Invia file o immagini su iOS

Per caricare file su iCloud Drive:

  • Seleziona i file o le immagini che desideri inviare, quindi tocca il pulsante Condividi.
  • Scorri verso il basso fino a “Salva su file”.
  • Seleziona una destinazione (o crea una nuova cartella), quindi tocca “Salva”.

I tuoi file verranno inviati a iCloud immediatamente su Internet. Se la tua connessione è lenta, potresti dover attendere un po’ prima che vengano visualizzati su altri dispositivi.

Ricevi file o immagini su iOS

Per recuperare i file che hai caricato su iCloud Drive su iOS:

  • Avvia l’app File.
  • Vai alla cartella in cui hai salvato i file o le immagini.
  • Accedi ai tuoi file.

Invia file o immagini su un Mac

Su un Mac, il processo utilizza Finder, come fa per tutte le interazioni di iCloud Drive. Per inviare file o immagini:

  • Avvia Finder e fai clic su “iCloud Drive” nella barra laterale.
  • Seleziona (o crea) una cartella in cui caricare i tuoi file.
  • Trascina e rilascia (o copia e incolla) i tuoi file nella cartella, quindi attendi che vengano caricati.

Dovresti vedere lo stato del caricamento sotto il file che stai caricando.

Ricevi file o immagini su un Mac

Per recuperare i file da iCloud Drive su un Mac:

  • Avvia Finder e fai clic su “iCloud Drive” nella barra laterale.
  • Vai alla cartella in cui hai salvato i file o le immagini.
  • Accedi ai tuoi file.

Se i file non sono stati scaricati, fare doppio clic su di essi. Quando si aprono, puoi dare la priorità al download.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *