Acer Intel Sandy Bridge e il difetto al chipset : Ecco come interviene

Milano, 03 febbraio 2011 ? A seguito dell’annuncio da parte di Intel di un difetto di progettazione nel chipset della scheda madre Sandy Bridge, Acer conferma che l’azienda ? pienamente consapevole della questione e sta prendendo tutte le misure necessarie per ridurre al minimo eventuali disagi per i clienti e gli utenti finali.

Acer ha gi? fermato le spedizioni dei prodotti interessati e ha avviato il richiamo delle macchine che potrebbero risentire di questo problema da tutti i canali di distribuzione e dai retailer. Allo stesso tempo, Acer sta lavorando in stretta collaborazione con Intel per coordinare i passi successivi.

Il 31 gennaio, Intel ha emesso un richiamo su tutte le schede madri P67 e H67 che sono state costruite sulla micro-architettura Sandy Bridge. Il problema ? legato a componenti hardware e ha richiesto una correzione di silicio. Questo difetto comporta, in alcuni casi, una minore funzionalit? delle porte Serial-ATA (SATA) collegate al chipset nel corso del tempo, con un impatto potenziale sulle prestazioni o le funzionalit? dei dispositivi SATA collegati, come gli hard disk e i masterizzatori DVD. Il difetto riguarda in particolare le porte SATA da 3 Gb/s, mentre non intacca le prestazioni delle porte SATA da 6 Gb/s.

Il problema ? legato alla connettivit?: nel peggiore dei casi la macchina pu? non identificare il disco rigido o l?unit? ottica, ma senza causare alcun danno ai dati memorizzati sulle unit? e senza altre conseguenze sulla macchina. Le conseguenze del difetto si manifesteranno in un periodo di tempo piuttosto lungo: gli utenti dei PC colpiti non riscontreranno quindi un effetto immediato e potranno continuare a usare i loro PC senza particolari preoccupazioni per le prestazioni.

Acer ? orgogliosa di offrire prodotti che, in normali condizioni di utilizzo, sono esenti da difetti di lavorazione o relativi ai materiali impiegati e intende limitare l’eventuale impatto di questa criticit? sui propri clienti. Per farlo, Acer ? in procinto di istituire un sito web dove i clienti potranno capire se i loro prodotti sono interessati da questo problema.

Nel caso in cui la propria macchina ? tra quelle difettose, Acer offrir? la possibilit? di ripararla, riducendo cos? al minimo gli eventuali disagi legati alla necessit? di backup e ripristino dei dati degli utenti, e di re-installare tutte le applicazioni. La tempistica con cui sar? disponibile questo servizio ? legata alla fornitura di chipset da parte di Intel; Acer, da parte sua, si ? impegnata a completare l’intera attivit? di riparazione nel pi? breve tempo possibile.
In alternativa, i clienti possono richiedere di cambiare i loro PC dotati di questo problema, con un altro prodotto Acer con prestazioni comparabili. Entrambe le opzioni saranno offerte gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *