Motorola: continua la discesa verso l’abisso. Windows Mobile 7 nel 2010?

windows-mobile-7-theme

Mentre Motorola ? da mesi che non vede un segno positivo sui suoi fatturati (tra l’altro ha rischiato di chiudere il centro di ricerca e sviluppo qui a Torino, ma sembra che qualcosa si stia muovendo con Telit e altre societ?), annuncia in sordina che Windows Mobile 7 approder? sui nostri palmari a partire dal 2010. Che sia una mossa commerciale (non ne vedo il motivo) o sia certezza assoluta, sta di fatto che probabilmente non la sentiremo nemmeno nominare al Mobile World Congress, tra meno di due settimane. Il motivo ? presto detto: Microsoft deve lasciare spazio a WM 6.5, per non farla nascere gi? morta e perch? questa rappresenti una buona base di partenza per riconquistarsi la fetta di mercato (comunque ampia) a discapito di sistemi quali Symbian e Android, che puntano molto all’opensource.?

Microsoft non ha confermato ancora nulla di tutto ci?…. e intanto Motorola ha perso oggi il 6,43% circa (ore 19.00 italiane), arrivando a 3,78 $ per azione, perdendo oltre un dollaro per azione dal 28 Gennaio 2009. Motorola ? quindi in caduta libera, ed ? comprensibile vista la mole di cellulari insoddisfacenti ed esteticamente neanche poi pi? cos? belli e il fatto di non seguire il trend di mercato, come stanno facendo Samsung, Nokia e HTC, sicuramente la penalizzano. Gli ultimi dati quindi vedono Motorola in rosso per 3,6 miliardi di dollari, con perdite per 1,57 dollari ad azione. Nell’ultimo trimestre, le vendite unitarie segnano un – 6 milioni di pezzi.

E’ facile notare che, se Motorola non si decide a cambiare rotta piuttosto in fretta, entro il 2010 uscir? si Windows Mobile 7, ma Motorola si sar? gi? ritirata dal mercato della telefonia cellulare. Cosa tra l’altro neanche poi cos? azzardata. Al contrario di quanto si crede, Motorola non pu? “fallire” solo per i bassi ricavi del comparto della telefonia. Ricever? un brusco colpo, ma non fallir?, in quanto Motorola ? dislocata in comparti strategici quali componenti, tecnologie radio e soprattutto materiale militare.

Cosa ne pensate? Rendeteci partecipi nei commenti!