Samsung presenta un display AMOLED flessibile

?

Abbiamo visto come la telefonia mobile e l?utilizzo stesso del terminale siano cambiati notevolmente rispetto solo a qualche anno fa?. Oggi assistiamo alla proliferazione di dispositivi dotati di tecnologia touch screen, dove lo schermo ? il punto centrale del device e punto di incontro tra utente e dispositivo stesso. Le ricerche e i prototipi di nuovi cellulari che potrebbero presto arrivare sul mercato proseguono su questo tipo di trend e il recente FPD International 2008 ? stata un occasione per confermarlo. Uno dei modelli di terminale pi? interessante ? senza dubbio quello presentato dalla sud coreana Samsung Electronics.
Apparentemente si presentava come un clamshell dalle dimensioni abbastanza ?standard? rispetto ai prodotti in commercio. All?apertura, invece, ecco la novit?: ampio display da ben 5 pollici e una risoluzione di 480 x 272 pixel, con oltre 16 milioni di colori visualizzabili. Si tratta di uno schermo AMOLED sottilissimo e flessibile, di certo una novit? nel panorama della telefonia mobile odierna.

Ormai si ? abituati s? ad ampi schermi e, sempre pi? spesso, ad altissima qualit?, dotati per? anche di una rigidit? fisica che incide molto sul form factor degli smartphones stessi (i touch screen device, infatti, sembrano quasi tutti identici, costretti a ricorrere ad un design ormai visto e rivisto, ma necessario per dare spazio allo schermo e rendere pi? usabile il prodotto tramite la sensibilit? del tocco).
Secondo le indiscrezioni giunteci dall?FPD, il rivoluzionario schermo ha una sottigliezza di soli 5 millimetri, ma non ? tutto: ? possibile renderlo ancora pi? sottile, rinunciando alla sua flessibilit?. Una specifica che, siamo sicuri, aprir? nuovi orizzonti nella produzione e nel design dei nuovi prodotti destinati a rimpiazzare gli ormai ?noiosi? dispositivi rettangolari, sempre tutti uguali e privi di novit? di sorta. A quando una commercializzazione di tale tecnologia? Ancora nulla di ufficiale, ma l?impressione ? che non bisogner? attendere ancora a lungo.

via:iochiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *