Apple iPad – Tutto a riguardo da San Francisco!

Apple ha presentato nel corso del keynote il suo tablet, l’iPad. Esteticamente assomiglia ad un maxi iPhone, e anche il sistema operativo è pressoché lo stesso.

Da quanto si evince, l’iPad continuerà a non avere Flash in Safari. Maggiori news e approfondimenti nell’articolo completo (cliccate in basso su Continua..).

L’intero meccanismo di scrolling sembra molto più gradevole e veloce, il browser sembra un maxi Mobile Safari. La tastiera appare anch’essa molto comoda, davvero grande e spaziosa.

Questa è invece la galleria, molto simile al Nexus One. Davvero comoda e curata graficamente.

Un mini-iPhoto, dunque… questa è la funzione di localizzazione delle foto, presente anche nella versione del programma per Mac. Sembra quindi che molte applicazioni siano designate solamente per iPad e che si differenzieranno i firmware tra iPhone/iPod Touch e iPad.

Questa è la funzione Calendario, illustrata da Jobs. Di seguito troverete immagini relative all’acquisto di musica e altri contenuti dall’iTunes Store.

E’ tutto molto più spazioso e assomiglia allo Store disponibile per PC e Mac. Di seguito la funzione Contatti, graficamente impeccabile.

Confermato il supporto anche all’HD: qua vediamo un clip su YouTube, tramite l’applicazione nativa, che viene caricato in alta risoluzione.

Passando alle specifiche, l’iPad monta un processore da 1 GHz Apple A4, con integrati da 16 a 64GB di memoria flash. Il display sarà un 9.7 pollici IPS, con una miglior qualità di immagine, ovviamente multi-touch e capacitivo. Integrerà altoparlanti, microfono e connettore 30 pin come iPod e iPhone. Avrà Bluetooth 2.1 + EDR e connettività WiFi 802.11n.

Il dispositivo integra, a detta di Jobs, una fantastica batteria: si parla di un mese di standby e fino a 10 ore di riproduzione video continua. Davvero impressionante. E rispetta anche l’ambiente, grazie alle sue tecniche di produzione molto simili a quelle di MacBook Pro.

App Store e la controversia delle applicazioni

iPad avrà lo stesso App Store di iPhone, ma non potrà far girare lo stesso tipo di applicazioni. Ovvero, le può far girare ma gireranno alla risoluzione per la quale sono state progettate (480×320), nel centro dello schermo. Oppure possono anche essere ingrandite al doppio della loro risoluzione nativa, in bassa qualità. Comunque gli sviluppatori sono già stati invitati a fornire una versione della loro applicazione per la maxi risoluzione dell’iPad.

Apple ha rilasciato oggi anche l’SDK, migliorato e con l’aggiunta dell’SDK per iPad, che integra un simulatore del tablet.

Gameloft ha anche mostrato un’anteprima di Nova, già disponibile sull’App Store in 480×320. Il gioco gira decisamente meglio, non è upscalato ma semplicemente sono state rifatte le textures, senza adattamenti. Sul palco è stato chiamato anche il New York Times, che ha presentato un’applicazione creata appositamente per l’iPad, che consentirà di leggere il giornale così come se il tablet fosse un eBook reader. Non male.

Utilizzare applicativi nativi come Brushes, l’applicazione per disegnare che abbiamo già conosciuto su iPhone e iPod Touch, dev’essere proprio una goduria.

Non poteva mancare all’evento nemmeno Electronic Arts, che ha presentato Need for Speed. Come potete vedere dall’immagine qui sotto, la qualità è decisamente migliore di iPhone ma abbastanza inferiore ad un tradizionale PC. “E’ come tenere uno schermo HD sotto al naso”, dice Gizmodo.

iBooks

iBooks è il nuovo Store contenente libri di Apple. Funzionerà esattamente come il normale iTunes Store e come con Google Libri si potranno leggere le prime righe del romanzo, come anteprima.

Per iBooks, Apple usa il formato ePub, formato aperto: ciò significa che con molta probabilità si potranno importare i propri ebook già in formato epub. Ma c’è un’altra novità sul fronte Produttività, e si chiama iWork per iPad.

E’ praticamente la versione completa: nella dimostrazione di Schiller, ha trascinato slide in Keynote, spostato immagini, inserito testo ed effetti. Il tutto con gesture multi-touch, facendo il drag and drop delle immagini e via dicendo.

Ora parliamo di Pages, il word editor di Apple. Nella dimostrazione, scrolling fluido del testo, apparizione della tastiera quando si tocca una parte scritta del documento e particolare focus sulla modalità landscape di visualizzazione. Le restanti funzioni sono le stesse della versione desktop, mentre le gesture sono invece innovative.

Lo stesso potete ammirarlo per Numbers. Confermata l’interoperabilità di iWork di iPad con l’iWork per sistemi Mac OS X. iWork potrà essere collegato ad un proiettore. Le applicazioni iWork separate costeranno 9,99 $ ciascuna, quindi $ 30 la suite completa su iPad. Neanche troppo caro.

E ancora: iPad si sincronizza tramite iTunes con il computer esattamente come già fanno iPhone e iPod Touch, con lo stesso cavo da 30 pin. Si potrà sincronizzare tutto: musica, video, foto, serie TV, contatti, calendario, segnalibri e applicazioni. Anche backuppare, se si vuole.

Passiamo alla connettività: tutti i modelli di iPad integreranno WiFi, alcuni anche connettività 3G. Ma Apple, in accordo con AT&T, fornisce due piani davvero interessanti per i futuri possessori statunitensi del tablet: un primo piano tariffario consente di navigare per un totale di 250 MB a 15 $ mensili. Invece, per soli 30 $, si avrà una flat nel vero senso del nome, ovvero traffico dati illimitato ovunque ci si trova. Niente male, considerando quanto costano da noi piani totalmente flat per Internet. Chiaramente si potranno usare anche gli hot spot di AT&T in USA in modo totalmente gratuito. In relazione a ciò, è tutto prepagato. E non c’è un abbonamento dietro, ovvero l’utente potrà cancellare la promozione e attivarla quando vorrà.

Questo per quanto riguarda gli USA! Nel resto del mondo, Apple intende entro Giugno siglare accordi con le principali compagnie telefoniche (Vodafone?) e partiranno a farlo da domani. Comunque sia tutti i modelli di iPad 3G sono sbloccati e funzionano con le micro SIM GSM, discorso che sarà poi da approfondire.

I prezzi

I prezzi di partenza di iPad saranno di 499 $ per la versione base da 16 GB senza connettività 3G. I modelli 3G costeranno 130 $ in più della versione normale. La tabella di seguito esplica tutto più chiaramente.

Sarà disponibile circa entro due mesi la versione WiFi in tutto il mondo, mentre entro tre mesi sarà commercializzata la versione anche 3G.

Accessori

Apple annuncia anche qualche accessorio, in occasione: ci sarà una docking station e una tastiera dock, che si interfaccerà in modalità portrait. Disponibile anche una custodia, molto simile a quella del Kindle di Amazon.

Sul retro non c’è una fotocamera, e non sembra esserci neanche sulla parte frontale, quindi niente videochiamate.

Sarà interessante rilevare i benchmark del nuovo processore A4 di Apple, sviluppato dall’hardware team della casa di Cupertino dopo le recenti acquisizioni di società specializzate come PA Semi.

Il display è retroilluminato a LED, ma usa la tecnologia IPS, come già detto, per migliorare l’angolo di visione.

Tirando le somme dei vari discorsi, ci sono 125 milioni di account con carte di credito verificate che possono acquistare su iBookStore, App Store e iTunes Store. Finora da tutti e tre gli store, sono stati scaricati 12 miliardi di contenuti.

I giornalisti presenti all’evento potranno mettere le mani sul device, seppur per poco per testarlo, direttamente oggi grazie all’hands-on area. Beati loro!

Nelle prossime ore articoli di approfondimento, video e molto altro ancora! Continuate a seguirci!

Guarda anche

Iphone 7 stampare sms Guida e istruzioni

Iphone 7 stampare sms Guida e istruzioni

Come stampare i messaggi SMS da iPhone la guida e le istruzioni per poter stampare …

4 Commenti

  1. Molto deluso, un ipod grande, tutto qui, niente di innovativo, cmq visto che si chiama apple venderà lo stesso

  2. Un iPod grande bla bla. Anche l’iPod ricordo all’epoca fu accolto come un player mp3 (non era il primo) e pochi da subito capirono la vera innovazione del sistema proposto. Lo stesso è accaduto con iPhone. Quando il saggio indica la luna lo stolto guarda il dito.

    Anche l’USB è una seriale più veloce. Puah.

  3. p.s. andando oltre, lo si può vedere come il ripensamento del personal computer. per la maggior parte della gente comune questo potrebbe essere il computer di casa (o piccolo ufficio).

  4. DELUSIONE TOTALE
    Mi aspettavo almeno un accenno ad un MacBook Pro con Arrendale!!! Lo aspetto da 2 mesi!!! Ma niente… ciò vuol dire per molti come me che bisogna aspettare ancora un po’! (“un po’ “???? chissà….)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *