Motorola Droid: la recensione

motorola-droid-review-design

Il sito anglofono Ubergizmo ha recensito molto approfonditamente il Motorola Droid, equipaggiato con Android 2, che vedremo a breve con il nome Milestone in Europa.

Nell’articolo completo la traduzione di alcuni passi che ho ritenuto fondamentale esporvi.

motorola-droid-review-poster

Generale

Riassumendo le caratteristiche tecniche, il Droid annovera un display da 3.7 pollici a 854×480 pixel equiparabile a quello di N900, sia come risoluzione che come brillantezza. Niente AMOLED, ma LCD TFT capacitivo, però. E’ il doppio più brillante rispetto allo schermo di iPhone 3GS, che non eccelle certo per tonalità e qualità.

Form factor, slide, tastiera e hardware

Il meccanismo di slide richiede abbastanza sforzo per aprirsi, ma sembra solido. La tastiera ha tasti molto piatti, ma sono anche più grandi rispetto a quelli dell’N900. Forse servirebbe più spazio tra un tasto e l’altro.

La fotocamera è una 5 Megapixel, con doppio flash LED. Ha il connettore ormai divenuto standard, il microUSB, sia per la carica che per la sincronizzazione con il computer, e il jack da 3.5 mm per cuffie e auricolari. La fotocamera include anche un tasto fisico a doppia corsa (con autofocus, quindi) per lo scatto.

Chiamata

Le chiamate hanno un audio molto performante e l’applicazione Telefono risulta essere molto veloce.

Web browser ed e-mail

L’elevatissima risoluzione dello schermo fa sì che la maggioranza dei siti siano tranquillamente visualizzabili senza usare lo zoom, a meno di difetti della vista. Per zoomare, basta fare doppio-tap su schermo o usare la zoom bar. La navigazione è ai livelli del 3GS, mentre comunque non si può dire lo stesso della fluidità del caricamento delle pagine. Continua a mancare Flash Lite e il supporto alla modifica dei documenti mediante Google Docs, che può solo leggerli.

Il supporto alle e-mail e ben realizzato e servizi come Exchange e la posta in push sono supportati tranquillamente. E’ disponibile anche un widget che mostra le ultime e-mail ricevute direttamente in home screen. Ideale per chi possiede account Gmail e Google Calendar, sincronizza tutto in automatico, come qualsiasi Android.

Multimedialità

La multimedialità oscilla poco sotto la media degli ultimi smartphone touchscreen. La fotocamera non convince e gli scatti risultano spesso sfocati, quasi sempre quando si setta l’autofocus, mentre settando una macro, ad esempio, i risultati sono poco più che decenti. I video invece sono un tantino migliori e vengono realizzati, al massimo della qualità, a risoluzione 720×480 a 3 Mbps, con 24 frame al secondo e audio AAC Mono a 16 KHz, che non è niente male, ma manca un programma per il videoediting come sul 3GS.

I giochi in 3D vengono eseguiti ad un framerate variabile di 25-30 fps, ma l’OpenGL integrata è ancora la 1.x, nonostante un acceleratore GPU grafico sia presente.

Essendo fornito con una memoria da 16 GB, ampliabile a 32 acquistando un’altra microSD, la capienza del Droid è soddisfacente e assolutamente personalizzabile. Come qualità audio, è superiore alla media dei lettori mp3 in commercio, ma un gradino sotto N900. Il playback dei video tramite YouTube è buono, non in ritardo e molto semplice. Gli altoparlanti sono mono.

Qui trovate l’articolo completo.

Guarda anche

Samsung Galaxy S7 impostazioni fotocamera scomparse

Samsung Galaxy S7 impostazioni fotocamera scomparsa

Che cosa fare se icona impostazioni fotocamera Galaxy S7 è scomparsa La soluzione se icona …

One comment

  1. Ottimo prodotto il Droid, l’unica cosa a non convincermi è il design piatto e spigoloso, e l’assistenza Motorola che è latitante in Italia, almeno da quanto mi risulta. Sicuramente questo, e i futuri modelli improntati sulla base del Droid, rialzeranno le sorti della casa alata, ma, almeno per il momento, io passo, e aspetto ulteriori conferme da Motorola prima di procedere all’acquisto di un loro modello.
    Ciao siete mitici ragazzi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *