Omnia HD – Guida alla creazione di widget

touchwiz1

Uno degli aspetti più interessanti dell’Omnia HD è sicuramente l’interfaccia TouchWiz 2.0, che consente di avere su tre schermate icone e redirect alle funzioni più comuni del telefono e a servizi Internet particolarmente diffusi (Corriere della Sera, Repubblica, ilMeteo, ecc.).

I widget sono totalmente personalizzabili, se ne possono anche creare autonomamente tramite il tool della casa coreana, del quale ne abbiamo già parlato, e si possono inserire preferiti come widget e molto altro ancora. Addirittura, con quest’interfaccia di Samsung, a differenza della homescreen di N97, si riesce a non usare l’interfaccia Symbian per le operazioni più comuni, affidandosi a Samsung TouchWiz come se fosse un intero e autonomo sistema operativo (Calendario, lettore musicale, radio, contatti, fusi orari, profili d’uso, ecc.).

Nell’articolo completo tre guide:

  • Download dei widgets più comuni e realizzati dalla community
  • Guida relativa alla creazione di collegamenti per i programmi installati sul terminale
  • Guida relativa alla creazione di collegamenti con icone al Browser Web.

I widgets più comuni e realizzati dalla community

La disponibilità dei widgets può cambiare da release a release del firmware: ci sono alcune versioni, come quella russa e quella di Hong Kong, che hanno widget localizzati e servizi disponibili solo in quel determinato paese o solo in quella lingua. Il mezzo “store” che Samsung ha messo a disposizione, disponibile nella lista dei widgets stessa, è veramente scarso e spesso bisogna addentrarsi nei meandri delle community di smanettoni che hanno già creato gran parte dei widgets che potrebbero fare per noi. Personalmente, la cosa che ritengo più fastidiosa è la mancanza di spazio: i widgets sono molto grandi e le schermate solo tre (sono sei nell’HTC Sense con Android) e spesso siamo impossibilitati dall’inserire tutti i widgets che vorremmo schierati e ben visibili al primo colpo d’occhio in tutte le schermate. Di seguito una lista di tutti i widget più interessanti già disponibili oltre a quelli integrati.

  • Area Clienti 133: per clienti 3, rimanda alla pagina Internet relativa al dettaglio del traffico e alle informazioni sulla propria SIM.
  • Gente di 3: per gestire l’omonima opzione di 3
  • Vodafone Live!: un semplice redirect al portale Live di Vodafone.
  • Accuweather: le previsioni del meteo del noto sito.
  • RAI.tv: il widget di fenomeno83 che consente un direct alla pagina Taison Mobile, per vedere i canali RAI ottimizzati per l’Omnia HD.

Analizzare i file .wgt

I file .wgt e .wgz sono i file di installazione destinati a sistemi operativi Symbian 5th relativi a widgets per la Homescreen (nel caso dei Nokia), per la TouchWiz di Samsung (nel caso di Omnia HD e altri) e anche alcune applicazioni. Non tutti i widgets finiscono quindi nell’interfaccia: alcuni si installano come normali applicazioni non comparendo talvolta nelle homescreen (è il caso di una certa versione di Facebook).

I file .wgt si possono aprire con programmi per scompattare tradizionali file .rar, come UnRARX (Mac) oppure WinRAR (Windows). Vi basterà cliccare il tasto destro e dare Apri con… e poi l’applicazione adatta. All’interno di un file .wgt troverete altri file volti a dare una struttura, un’icona e una funzione al vostro widget.

Analizzeremo man mano come fare, in modo veloce e semplice, a creare widgets nuovi senza avvalersi della macchinosa suite messa a disposizione da Samsung.

Creare widgets collegamenti ad applicazioni installate

In questo e nel tutorial dopo vedremo come creare widgets che facciano riferimento ad un’applicazione installata e widgets che rimandino ad una pagina web che consentirà di aprire in modo veloce e comodo il Browser Web integrato. Iniziamo a vedere il primo punto.

  1. Scaricate questo file qui.
  2. Avete scaricato un file .wgt, che si può aprire mediante programmi di decompressione che trovate nella procedura esemplificata più in alto.
  3. Di cosa avete bisogno? Sostanzialmente di un’immagine .png delle dimensioni consigliate di 63×63 pixel e dell’UID del programma scelto. L’UID è il codice del programma, che normalmente inizia con 0x, e prosegue, e determina a livello di OS la gestione dell’avvio e dell’utilizzo di un determinato processo.
  4. Prendiamo per esempio l’applicativo Rubrica, il cui UID è 0x101f4cce.
  5. Immagine principale e immagine “trascinata”: nel .wgt potrete trovare due immagini diverse, che saranno le uniche da modificare: la prima, icon.png, che si trova nella root, è l’immagine relativa al programma che si trova nella barra laterale, pronta ad essere trascinata nella schermata iniziale; nella cartella “images”, invece, troverete sotto il nome di X-Plorer.png (in questo caso) l’immagine che verrà visualizzata una volta trascinato il widgets nella schermata principale. E’ importante mantenere il formato (quindi .png) e la risoluzione, non tanto le dimensioni. Aumentate la compressione per avere comunque dimensioni che non eccedano di molto un limite ragionevole come potrebbe essere 10-15 kb: maggior qualità è sostanzialmente inutile.
  6. Nomi dei files. Importante è determinare sin da subito che nome avrà il nostro widgets: il nome del pacchetto infatti andrà a condizionare il nome di alcuni files inclusi, come il file X-Plorer.png citato su (ma non l’icon.png, il cui nome resta invariato ed è dettato dal file .xml presente nel .wgt). X-Plorer.png quindi varierà il suo nome al cambiare del nome del pacchetto stesso. Se aprendo alcuni files, con Blocco Note o TextEdit, notate scritte incomprensibili, aiutatevi a cercare le stringhe di testo mediante funzioni di ricerca dei vari programmi.
  7. config.xml Trascinate in una cartella, scompattandolo, il file config.xml per lavorarci con più calma. Apritelo con un editor di testo qualsiasi (Blocco Note o TextEdit vanno benissimo). Cercate la dicitura <title>xplorer</title> e modificate “xplorer” con il nome del programma che avete scelto. Per comodità, visto che i widgets sono case sensitive, mettete tutto in minuscolo. Sostituite questo .xml modificato all’.xml originale dentro il pacchetto, facendo attenzione a cancellare prima l’originale dall’allegato e trascinare direttamente nel file .wgt aperto come archivio il config modificato.
  8. index.html Cercate di nuovo la stringa title e modificatela, come avete fatto con il file config.xml. Cercate la stringa “images/X-Plorer.png” e modificate il nome X-Plorer con il nome scelto da voi e usato come nome del pacchetto. Ora il passo più difficile: cercate dentro il file index la stringa “onclick=”launchApp(‘0xa0000bcd”)” e modificate l’UID 0xa0000bcd immettendo quello della vostra applicazione (nel nostro caso la rubrica, quindi 0x101f4cce). Subito dopo trovate la stringa “<p>X-Plorer<br”: andrà modificata cambiando la solita dicitura X-Plorer in Rubrica, o il vostro nome dell’applicazione. Salvate e ricomponete il tutto come avete fatto con config.xml.

Dovreste avere, a seconda dell’applicazione, un risultato simile a questo. Ovviamente le scritte sotto le icone non sono esterne all’immagine ma ne fanno parte, quindi le icone andranno customizzate da voi direttamente. Eccovi il risultato ottenuto da n95star di iPmart Forum, che ha redatto la guida dalla quale ho tratto ispirazione.

scr000002m

Potete scaricare il widget per ottenere questo da qui.

Creare widgets collegamenti a pagine web

Vediamo ora come creare widgets che rimandino a determinate pagine web, procedura più semplice rispetto alla precedente, ma simile. Ora non dovremo inserire l’UID dell’applicazione che ci interessa lanciare, ma l’indirizzo web della pagina che vogliamo poter visitare.

Scarichiamo innanzitutto questo file, a cura di Said86 di iPmart, che ha fatto davvero un buon lavoro.

  1. Qui le dimensioni del logo possono variare, in genere si consigliano dimensioni varianti dai 70×70 agli 80×80 ma non troppo grandi. Dovete modificare sempre le cartelle images con l’unico file che va modificato e icon.png presente nella root.
  2. config.xml Apriamo il file di configurazione e modifichiamo la parte del titolo, delimitata dalle stringhe <title> e gli diamo un titolo, meglio se in minuscolo. Modifichiamo anche la descrizione, delineata dalle stringhe <description> che potete variare a vostro piacere (non troppo lunga). Salvate e reinserite il file con la procedura descritta nel tutorial soprastante.
  3. index.html Aperto il file index.html, cercate la stringa <img src=”images/icon.png” e variatela se avete spostato l’immagine, altrimenti lasciatela così. A voi interessa la parte successiva, ovvero “onclick=”open_url(‘http://www.allmobileworld.it/'” />. Modificate ovviamente solo l’indirizzo che volete e salvate il file.

Non ci sono limiti generali alla creatività nella creazione dei widgets, specialmente per chi ha molta dimestichezza con le strutture .xml e con il linguaggio web HTML. Siamo partiti da qui perchè rappresenta un ottimo punto di partenza per qualsiasi genere di utenza.

Speriamo che possiate apprezzare!!! Buon utilizzo del vostro Omnia HD!

Guarda anche

Istruzioni Samsung modifiche Android 6 / Android 7

Istruzioni Samsung modifiche Android 6 / Android 7

Download Guida Samsung scoprire tutti i cambiamenti da Android 6 ad Android 7 Il manuale …

2 Commenti

  1. Salve, ho provato a creare questi widget e tutto funziona alla perfezione. Qualcuno saprebbe indicarmi dove posso trovare una guida o un widget che visualizza i contenuti rss di un sito. Ancora non è possibile pubblicare i propri widget sul sito di samsung vero?…

  2. Salve sapete dirmi come trovare gli indirizzi UID per il samsung wave con os bada? Oppure come poter far funzionare appuidlist su bada? Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *