MacBook Pro: la famiglia si allarga

immagine-31

Quello di ieri è stato un keynote davvero emozionante ma che ci ha un po’ sfinito tutti….tenere alta la guardia per oltre due ore, con aggiornamenti quasi ogni minuto, scrupolosamente live e con un massimo di un minuto di ritardo, è stato difficile ma il traguardo è stato raggiunto grazie al lavoro di uno staff che in un anno ha moltiplicato per cinque le visite giornaliere, ha ampliato notevolmente i servizi e il campo d’azione e che può tranquillamente affermare di essere uno dei blog più forniti nella blogosfera tecnologica italiana.

Seguire l’evento con voi è stato molto emozionante, mai noioso e sempre ricco di sorprese. Ci piace pensare di offrirvi un servizio utile e soprattutto un appagamento alle vostre esigenze da smanettoni tecnologici e appassionati quali siamo un po’ tutti.

Dicevo, l’evento di ieri è stato ricco di sorprese inaspettatamente anche hardware: si è assistito infatti al rinnovo dei MacBook Pro.

Ora infatti, la linea MacBook comprende solo più quello bianco in policarbonato che è stato aggiornato qualche settimana fa con uno speed bump di HDD e CPU. Il MacBook 13″ Unibody è diventato MacBook Pro ed ha contribuito ad ampliare la gamma di portatili professionali della mela.

L’avvenimento più importante è stato però di sicuro il price cut attuato da Apple: alcuni modelli sono scesi fino a 300 € in meno con caratteristiche più avanzate. Interessante l’introduzione di una porta firewire in tutti i modelli e di uno slot SD Card, per il trasferimento delle foto con macchine fotografiche. Lo slot Express Card, per l’evoluzione delle PCMCIA, è sparito ed è disponibile solo più nel MacBook Pro 17″.

Si è avuto uno speed bump anche dello schermo, soprattutto del 15 e del 17″, che ora ha una gamma cromatica del 60% più ricca. Il 13″ ora può vantare di un processore standard Intel Core 2 Duo da 2,26 o 2,53 GHz (a scelta) e di un quantitativo di RAM variabile dai 2 ai 4 GB DDR3. La scelta della scheda grafica rimane obbligata sulla 9400M di nVidia.

Il 15″ ha configurazioni standard del processore a 2.53, 2.66 o 2.8 GHz e una opzionale di 3.06 GHz. E’ dotato di serie di due banchi SO-DIMM da 2 GB (quindi 4) ampliabili fino ad 8. Qui invece saranno disponibili entrambe le schede grafiche nella macchina, sia la 9400M che la 9600M GT. Interessante è anche il fattore hard disk, che ora nel modello opzionale, e nel 17″ standard, tocca i 500 GB.

La configurazione standard del 17″ è 2.8 GHz (opzionale 3.06) e ha sempre 4 GB di RAM integrata espandibili. Sono state aggiornate anche le batterie, che ora sono decisamente più performanti, specie sui modelli 13″ e 15″.

Vi consiglio di recarvi qui per vedere tutti gli aggiornamenti.

Guarda anche

Apple Watch come attivare modalità uso in aereo

Apple Watch come attivare modalità uso in aereo

Attivare la modalità aereo su Apple Watch disattivare Wi-Fi e Bluetooth su Apple Watch quando …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *