Con Wi+ il WiMax sbarca a Segrate: le offerte

Con WI+ la connessione WiMax sbarca a Segrate, il primo comune nella provincia di Milano ad usufruire di questa tecnologia.
WI+, una delle prime società presenti nel mercato della connessione broadband wireless con l’innovativa tecnologia WIMAX, ha annunciato che dal 3 maggio 2009 i suoi servizi dati e voce saranno attivi nel comune di Segrate.

La tecnologia Wimax, lo ricordiamo, permette la connessione a banda larga senza fili con altissimi standard di qualità e tutta la sicurezza garantita da sistemi di crittografia e di autenticazione che ne fanno un servizio affidabile e stabile. Inoltre, utilizzando un sistema di trasmissione ad onde radio, il Wimax offre la possibilità di connettersi alla rete Internet senza la necessità di una linea fissa Telecom.
Questo consente agli utenti WI+ di connettersi ad internet e di telefonare in tutte le aree coperte dal servizio WiMax ma soprattutto di essere sempre on line, anche quando non si è in casa o in ufficio.
offerte-wi-_40296_1


Tra gli utilizzatori dei servizi Wimax vi è lo stesso Comune di Segrate che l’ha inaugurato in concomitanza dell’evento Global Cities Dialogue che si è tenuto lo scorso mese di marzo.
Attraverso un importante piano di sviluppo in partnership con Retelit S.p.A., che prevede la copertura WIMAX nell’arco temporale di 2 anni di gran parte del centro e nord Italia, WI+ raggiungerà, nel giugno 2009, parte della provincia di Varese ed entro la fine di settembre la provincia di Novara.

di Telefonino.net Redazione

Guarda anche

Google_voice

Google Voice Italia : Le tariffe per telefonare sui telefoni fissi e sui cellulari Tim, Vodafone, Wind e 3

Google Voice, il concorrente più pericoloso per Skype sbarca in Italia e telefonare tramite internet …

4 Commenti

  1. con l’attuale tecnologia impiegata nelle macchine, il wimax non è competitivo, o meglio non lo sarà se ci saranno troppi utenti. ottimo solo per chi non ha un’adsl decente. da ricordare infine che gli operatori mobili offrono una connettività “più veloce” (parlo di reale, non dei numeri che vengono sparati) e più affidabile, anche se per ora ancora costosetta. e con lte, tra due anni circa, il wimax andrà in pensione (sempre ovviamente escludendo i paesi non coperti…)

  2. -magari sara buono a spaventare operatori mobili ad abasare i prezzi!!

  3. ho un amico a segrate e mi ha detto che funziona molto bene. inoltre mi diceva che puo usarlo sia in casa sua che da sua nonnna che abita a 600 mt senza costi agginutivi. spende meno di 40 euro tutto incluso e mi diceva che per il momento è molto soddisfatto. sono usciti subito con ad attivarlo senza fargli pagare nulla (anche se mi ha detto che è semplicissimo plug&play) e ora cerca degli amici da portare perche pèer ogni amico gli danno un mese gratis di abbonamento… io sono il prossimo (peggio di telecom e co. non puo essere ed è + economico)

  4. X Stefano: all’epoca in cui hai scritto questo messaggio avrei concordato con te, prima funzionava bene e l’installazione resta semplicissima, ma ora, e da un pezzo ormai… terribile. In sintesi, ad oggi:
    – Non supera i 2 mega in upload, e non arriva neanche a 50kb/s in upload
    – Il P2P di giorno non supera i 2 kb/s, di notte non so, dicono dall’assistenza che dovrebbe essere meglio, ma fino alle 24 resta sui 2k
    – A fronte delle mie segnalazioni hanno candidamente risposto che questi valori sono normali, nonostante avessi fatto loro presente che le condizioni che mi avevano assicurato (verbalmente, sono un fesso lo so) erano ben diverse.

    Serve altro? Pessimi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *