TIM, Vodafone, 3 e Wind ricaricano i residenti in Abruzzo: tutte le news

immagine-5

Mentre il conteggio delle vittime sale (siamo a 267, con oltre 28000 sfollati secondo Repubblica) e la gente senza più una casa agibile si accinge a vivere per la terza nottata nelle tendopoli allestite dai soccorsi, iniziano ad arrivare i primi aiuti da un po’ tutta Italia. Fatta eccezione per le forze dell’ordine (Protezione Civile, Vigili del Fuoco e altre) chiamate da altre regioni per dare il loro contributo, le iniziative portate avanti dagli operatori telefonici italiani (3 Italia, TIM, Vodafone, Telecom Italia e Wind) stanno andando a gonfie vele.

Innanzitutto, vi vogliamo rassicurare: l’euro devoluto tramite il messaggio al 48580 andrà INTERAMENTE a sostenere le popolazioni dell’Abruzzo colpite da quest’immane tragedia. Ciò viene confermato a più riprese chiamando sia Vodafone che TIM, e lo si può leggere sui siti ufficiali di tutti gli operatori mobili e della Protezione Civile italiana. In secondo luogo, se risiedete in Abruzzo o comunque risultate abitare intorno alle zone colpite dal terremoto, a seconda dell’operatore che avete avrete diritto a una ricarica gratuita erogata automaticamente dal gestore.

Infatti, alcuni utenti hanno ricevuto un SMS che gli comunicava l’avvenuta ricarica di una certa somma per agevolare la messa in contatto delle popolazioni colpite più duramente. Questa somma sembra essere di € 5 per i clienti Vodafone, 10 per i clienti TIM e Wind e ben 30 euro per i clienti 3 che risiedono a l’Aquila. In particolare sembra che queste ricariche vengano effettuate in automatico a tutti i residenti dichiarati della Provincia dell’Aquila. 

Beh, per una buona volta una grande iniziativa di aiuto! Sono somme di piccolo conto (soprattutto Vodafone, TIM e Wind) ma tutto aiuta!

Guarda anche

Galaxy S7 come dettare messaggio senza usare tastiera

Galaxy S7 come dettare messaggio senza usare tastiera

Samsung Galaxy S7 come dettare messaggio senza usare tastiera Un metodo semplice per scrivere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *