Focus On: Symbian 5th Xpress 5800

Gli “aficionados” di AllMobileWorld sapranno che ormai sotto la dicitura di Focus On ci sono articoli in esclusiva particolarmente curati, chicche e rivelazioni assolutamente strepitose. Oggi non è da meno.

Abbiamo avuto modo di prenotare una sessione di un’ora ieri sera e di un’ora e un quarto questa mattina presto per provare il software del nuovissimo Nokia Xpress Music 5800, che monta Symbian 5th.

Se volete continuare sapendone di più su questo sistema operativo, su come mamma Nokia si sia impegnata nel cercare di sconfiggere la concorrenza e soprattutto se volete sapere cosa vi attenderà nei negozi tra qualche mese, non esitate a cliccare su Read More.

Perchè una recensione? Come siamo messi a firmware?

Ho scelto di fare una recensione illustrata perchè secondo me i tempi erano maturi: il 5800 disponibile via RDA monta il firmware 10.0.008 e come sappiamo tutti i firmware che non recitano la dicitura 0.xx sono per lo più quelli che verranno installati con i primi cellulari per la commercializzazione.

Una domanda sorge però spontanea: come mai se il firmware è pronto adesso i primi di Novembre, il telefono uscirà nei primi mesi del 2009 (salvo alcuni mercati)? Probabilmente Nokia avrà capito che gli utenti cercano sw stabili e prestanti senza dover attendere mesi per poter usare appieno il proprio terminale. Oltretutto, i primi mesi del 2009 vedranno anche il lancio ufficiale di Comes with Music e in Italia il 5800 sarà accompagnato da un anno di download di musica gratis dal Nokia Music Store.

Stabilità, velocità, prestazioni

E’ ancora presto per parlare, soprattutto perchè questa non sarà probabilmente la release definitiva con il quale 5800 approderà nei negozi di mezzo mondo. Nonostante ciò, provando per quasi un’ora ininterrottamente questo telefono, l’ho trovato prestante e veloce (risponde bene ai comandi nonostante il ritardo di risposta della connessione internet) e soprattutto stabile. Non si è mai riavviato durante le mie due sessioni. L’unico problema l’ho avuto con Maps, ma di questo ne parleremo in seguito.

Home Screen

La Home Screen si presenta esattamente come potete vedere in alto. La classica barra del segnale e della batteria rimangono, così come l’ora (digitale o analogica) e il nome operatore. Sono state aggiunte alcune icone (ad esempio quella del GPS quando è in funzione) e modificate altre (non c’è più l’icona dei quattro quadrati quando si è connessi via WiFi) e in generale da un senso di più cura nella grafica. Permane la data, ma scompaiono i due (tre nel Symbian 3rd FP2) pulsanti predefiniti in basso, sostituiti da icone (intercambiabili) di Rubrica e tastierino numerico.

Ma, c’è un ma: vedete in alto l’icona del contatto con un + a lato? Ebbene, questa funziona crea delle shortcut nella schermata principale che saranno pulsanti rapidi per chiamare i vostri contatti favoriti. Ce ne stanno solamente quattro ed è indubbiamente una funzione ripresa dall’iPhone con applicazioni ad hoc. E’ ovviamente possibile impostare una foto ai contatti, così da rendere più animata e solare la schermata principale.

Task Manager

Indubbiamente identico al Symbian 3rd FP2, ci saremmo aspettati almeno un indicatore di RAM e di memoria un po’ più preciso. Tenendo premuto il tasto fisico Menu, è possibile accedere a questa sorta di task manager, e tenendo premuto il dito su un’icona di un’applicazione è possibile selezionare Apri o Chiudi, tramite il famoso menu a tendina che è tra le cose che più apprezzo di WM, poichè è molto comodo e riflette molto Windows per PC.

Doppio tap?

Smentiamo subito l’idea che il sistema operativo Symbian 5th richieda dappertutto due tocchi per funzionare. Non dappertutto, solo in alcuni sotto menu e sinceramente non sono riuscito a capirne la logica. Nelle Opzioni, per esempio, saranno necessari due tocchi così come nelle Impostazioni, ma per far avviare programmi, scrivere, scorrere contatti, salvare un evento in agenda ne basterà uno solo. Potrebbe anche essere solo un difetto dell’RDA, che replicava i miei tocchi più tardi rispetto alla realtà e magari non erano nemmeno tanto precisi. Non sono riuscito ad esplorare quest’aspetto più di tanto.

Tastierino numerico e full QWERTY

Il tastierino numerico per la chiamata è niente di più di ciò che ci aspettavamo. Ce l’ha l’iPhone, l’HTC, l’hanno tutti. Nessuna particolare funzione in più ne in meno. I pulsanti sono grossi e ben leggibili, le shortcut in basso sono molto comode. Il tasto Opzioni (i due in basso sono cliccabili anche con i tasti reali presenti nel telefono) rimanda a funzioni come la messaggistica oppure l’invio di una chiamata, il salvataggio nella rubrica, ecc.

Quella che potete vedere in alto invece  è la tastiera mini QWERTY di 5800, precisamente durante la scrittura di un messaggio. Preciso che la tastiera cambia a seconda dell’applicazione in uso: durante la digitazione di un indirizzo Internet, per esempio, scompare il punto interrogativo e al suo posto c’è una chiocciola, così come nella scrittura delle mail, e ovviamente le tre shortcut in basso cambiano icona e funzione.

Diciamo che non è molto comoda se comparata a quella di iPhone ma neanche troppo scomoda: a primo acchito sembra richieda il pennino per essere utilizzata egregiamente, anche se in modalità landscape avremo probabilmente più spazio a disposizione per la digitazione con le dita. E’ anche vero che la sopramenzionata tastiera mini QWERTY è più piccola della full, e consente una visione migliore dei contenuti e di ciò che si sta scrivendo.

Graditissima sorpresa è invece il riconoscimento della scrittura, che risulta essere alla pari di quello introdotto in Windows Mobile. Funziona bene, ma anche qui per una maggior precisione è richiesto il pennino. Vi preannunciamo che il riconoscimento della scrittura è molto scomodo da usare nella vita di tutti i giorni, perciò di questa tastiera purtroppo ve ne farete poco o niente.

Ultima nota: non ho potuto ovviamente provare la mia tastiera Bluetooth, anche se mi sarebbe piaciuto. Per tutti i possessori della SU-8W, e in generale di Bluetooth Keyboard Nokia-compatibili, non dovrebbero comunque esserci problemi.

Menu

Composto ancora da poche icone e l’ordinamento è notevolmente cambiato: sotto Applicazioni adesso c’è anche la multimedialità ed è scomparsa la cartella Ufficio. Non ho visto nemmeno QuickOffice installato, tuttavia è presente l’applicazione Note.

Le icone sono ben leggibili e la grafica, seppur spartana, risulta piacevole e carina agli occhi. Il menu è più minimale, se consideriamo che Applicazioni e Impostazioni contengono una gran quantità di icone e selezioni. Manca anche il menu Strumenti, sicuramente ve ne sarete accorti, mentre sul telefono che abbiamo provato era già installato (da qualcun altro, non da Nokia) il programma di Dr.Jukka, Y-Browser, che consente una completa gestione dei file presenti nella memoria del cellulare.

Multimedia

Per essere un cellulare multimediale a tutto tondo, i menu sono un po’ scarsi. Nokia ha puntato all’immediatezza, tuttavia sacrificando alcuni fattori più cari ai Symbian users di sempre. Perchè mai ha dovuto riunire Immagini e Video dopo che li aveva separati su 3rd FP2? Era così comodo! Comunque sia, sono ancora presenti le Presentazioni, al momento un poco spartane, ma la Galleria conserva il solito fascino di sempre. Il lettore multimediale prevede l’equalizzatore e diverse impostazioni di sonorità (come avviene su N95 8GB, è possibile creare un effetto surround 3D).

In questo senso, non ci è stato possibile nemmeno provare la foto/videocamera, che lo ricordiamo è una 3.2 Megapixel con autofocus e flash a LED. Però ci è stato possibile provare RealPlayer, e ne confermiamo la sua bontà: è il solito di sempre, senza funzioni in più, ma con una gran velocità e stabilità.

Notare come alcuni menu siano stati spostati da Multimedia a RealPlayer, come lo Streaming, e di come il Centro Video abbia perso tante sue funzioni con l’aggiunta di Video Scaricati direttamente in Real Player. Centro Video, per chi fosse curioso, ora contiene solamente più le indicazioni per scaricare feed video e l’accesso ai propri video.

Funzionalità di rete

5800 è un cellulare a tutto tondo: possiede WiFi, HSDPA e Bluetooth. In alto potete vedere il caricamento della pagina del nostro blog, ottimizzato per browser S60, perciò senza immagini e contenuti in Flash, che ha richiesto solamente due secondi e mezzo via WiFi. Un risultato nettamente soddisfacente, che premia il questo senso i progressi fatti da Nokia negli anni nei software per la connettività.

Le opzioni ricalcano ovviamente quelle dei “vecchi” Symbian: si può accedere ai preferiti o digitare un nuovo indirizzo, ricarica la pagina, annullare il caricamento, accedere alle Impostazioni per modificare alcuni parametri, ecc. Le tre shortcut invece consentono di accedere al menu, ricaricare la pagina ed aggiungere la pagina che state vedendo ai preferiti.

Ma 5800 include anche funzionalità avanzate di ricerca, con Nokia Search 4, che consente di ricercare con estrema facilità contenuti su Yahoo! o Google. Niente da dire qui, si comporta esattamente come gli attuali Symbian.

Stesso dicasi per Condivisione in linea, che aggiunge solo la voce “In uscita”, grande mancanza di Share Online 3, che consente di tenere sott’occhio secondo per secondo gli upload ad OVI, Vox o Yahoo! Flickr.

E’ presente poi un’icona di MySpace, che ci consente di accedere con facilità al portale del social networking. Anche se mi sembra una forzatura: non è infatti un’applicazione dedicata come su iPhone, ma è solo un link veloce all’indirizzo web: quello che vedete qui in alto, infatti, è il risultato premendo sull’icona.

Mappe

Non abbiamo potuto provare il GPS, poichè il telefono si trova in un luogo chiuso, anche se abbiamo notato che ora la sua attività ci viene notificata grazie ad un’icona posta accanto a quella di rete. Il menu Dati GPS rimane uguale identico, nessuna innovazione, mentre il programma Mappe si inchioda spesso e volentieri, nonostante si risblocchi da sè dopo una ventina di secondi. La versione è la 2.0.4201, al momento non ancora disponibile.

Le funzionalità sono sempre quelle, ma oltre allo zooming non sono riuscito a fare: tra l’assenza del segnale GPS e la mancanza di stabilità sufficiente, si è riavviata quattro volte in meno di due minuti di utilizzo. C’è ancora molto da lavorare in questo senso. Curiosa l’integrazione delle mappe TomTom TeleAtlas, nonostante Nokia abbia acquisito la primavera scorsa Navteq.

Altro

Il tema, come avete visto, è cambiato nel corso degli screenshots. Questo perchè si vede che il mitico p@sco ha “pacioccato” prima di me il terminale e ho trovato il suo fantastico tema Hive, primo in assoluto già compatibile con la nuova piattaforma. Comunque la gestione dei temi è subordinata al menu Impostazioni > Personale (qui c’è un evidente errore di traduzione che speriamo venga corretto) e si cambia esattamente come si fa su N96 o N85.

Comunque sia, abbiamo analizzato anche la Sveglia, il Calendario e altre funzioni meno fondamentali ma che sempre ci devono essere, il risultato: uguali identiche alle controparti di Symbian 3rd.

Di seguito alcuni scatti.

Conclusioni

E’ molto eccitante vedere la trasposizione touch del Symbian ed è trascendentale ed impeccabile la sua realizzazione, seppur con isolate pecche di gioventù, specialmente software. Rappresenta la novità, ma a questa novità ne seguiranno a breve altre migliori, ergo primo N-Series touchscreen.

Tutto l’entusiasmo sfuma quando ti accorgi che non hai percepito “l’effetto wow” che percepii quando provai per la prima volta un Symbian o un iPhone. Il salto non è così ampio come quello di HTC quando introdusse su Diamond la TouchFlo. La grafica resta tale e quale, e probabilmente è una delle pecche più grosse. Così come gli effetti: permangono quelli di transizione tra l’apertura e la chiusura di un’applicazione ma ovviamente scompaiono quelli di scorrimento tra icone perchè non c’è più bisogno di scorrere alcun chè.

Solo il tempo potrà dirci la bontà di questo telefono che sono sicuro verrà apprezzato e screditato un po’ come N96.

Guarda anche

Telefoni Nokia Lumia che verranno aggiornati a Windows 10

Telefoni Nokia Lumia che verranno aggiornati a Windows 10

Tutti i telefoni Nokia che saranno aggiornati a Windows 10 L’elenco completo degli smartphone che …

11 Commenti

  1. bello articolo staff! 😉

  2. Grazie Andrea! Ho impiegato quasi due ore solo nel scriverlo!

  3. ieri pure io avevo preso 30 min per provarlo su rda però……..mi so messo a vede la roma e mi sono scordatooooooooooooooooooooooooo uffa T_T

  4. Ottimo articolo ma ci sono due imprecisioni, una nel taskbar dove ci sono le applicazioni aperte è possibile chiuderle tenendo premuta l’icona apparirà un menu a tendina con due opzioni, apri e chiudi, nell’immagine che hai postato compare solo chiudi poichè il lettore musicale è possibile chiuderlo solo tramite le sue opzioni (opzioni-> esci) proprio come nei “vecchi” in symbian (non era possibile chiuderlo dal task neanche con i “vecchi” fp1 e fp2), mentre la seconda imprecisioni riguarda la tastiera full qwerty poiche quella che hai postato nell’immagine è la mini qwerty non la full. spero di aver chiarito le idee 😀 (sia ben chiaro che questo commento non era per criticare il tuo lavoro ma solo per correggere quei piccoli errori) Complimenti per questo fantastico blog leggo i tuoi articoli da quando allmobileworld non c’era ma c’era allnokiasymbian 😉

  5. * i vostri articoli

  6. @mitico250: amo di più ricevere critiche che complimenti, poichè i primi aiutano a far bene e spronano. Grazie per la correzione, già aggiunta la precisazione.

  7. Ottimo articolo Jason complimenti dal Boss !

  8. grazie della recensione. ne attendevo una tutta italiana su qto cell.

  9. jason
    allora di mi in due parole come sei trovato con questo mostro?

  10. Altra imprecisione: i tasti fisici ci sono nell’RDA (non so perchè) ma non nel Nokia 5800…

  11. @Medveduk: in poche parole non mi ha esaltato ma di certo non mi ha deluso. Stabile, veloce (per quanto sia possibile testarlo da remoto, anche se è vuoto), ma niente di eccezionale. Il mio parere, se volete un touch Nokia, è quello di aspettare un N-Series.

    @Baglio: grazie per la correzione!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *