[Tutorial – III] Guida alla scelta di un cameraphone Symbian

Benvenuti alla terza ed ultima parte del nostro Tutorial “Guida alla scelta di un camera phone Symbian”. Dopo aver analizzato attentamente nelle scorse due puntate lenti, sistemi operativi e softwares di gestione, ora arriva forse la parte più interessante: i migliori settaggi da operare nelle varie condizioni di luce e nelle varie occasioni.

Ci tengo a precisare che queste foto sono state scattate con un N95 8GB e ho avuto solo modo di provare vari settaggi con questo telefono. Tuttavia dovrebbero andare bene per la maggior parte della serie N, dato che poi ciò che cambia sono inezie costruttive o riguardanti il software di gestione. Let’s start!

L’inquadratura e l’autofocus

Ben lungi dal voler diventare ed essere dei fotografi professionisti, queste foto le ho scattate con molta foga sul balcone di casa mia per testare la macro.
Direi che la prima, quella del fiore lilla, è venuta piuttosto bene: i colori sono vivi, è nitida e a fuoco nelle parti in cui dev’essere a fuoco.
La seconda invece no: le troppe aree non a fuoco (il terriccio e la gran parte delle foglie) fanno percepire ai nostri occhi un senso di sfocatezza anche per quanto riguarda il fiore, inquadrato correttamente nell’area verde al momento dello scatto.
Gli user degli ultimi Nokia quindi sono molto agevolati dalla presenza dell’autofocus, che riesce a regolare automaticamente le aree da porre sotto fuoco e le aree da tralasciare come sfondo. Il rettangolino in particolare mette a fuoco i soggetti che contiene tramite la pressione (il cosiddetto mezzo scatto) a metà del tasto fotocamera. Se il rettangolino è verde, la foto sarà correttamente a fuoco, altrimenti è necessario rilasciare il tasto e riprovare, magari da più lontano.
Sinceramente ho notato che le macro a meno di 8-10 cm dal soggetto sul mio N95 8GB non riescono: il rettangolino resta rosso e in condizioni di vento medio/intenso è molto difficile realizzare una macro anche da 15 cm di distanza.

Modalità scene

La modalità scene ti consente di selezionare quale impostazione di default è migliore per il tuo scatto. Comprende per esempio la modalità macro, per le foto tra i 10 e i 60 cm, la modalità ritratto, paesaggio, sport (per soggetti in movimento), notte (aumenta l’ISO senza utilizzare il flash), ritratto notturno (non aumenta l’ISO ma usa il flash, per soggetti fermi non a più di 1.5-2 metri di distanza). Comunque per chi non avesse voglia di smanettare in continuazione i settaggi, l’Automatica va piu che bene in quanto il software si dimostra in grado di scegliere bene la modalità più azzeccata da utilizzare.

Modalità flash

La modalità flash vi consentirà di scegliere tra quattro diverse opzioni: Automatico (il flash scatta in funzione del sensore di luminosità e dell’inquadratura), Attiva (il flash scatta indipendentemente dal sensore di luminosità e dal resto su tutte le foto), Rd. occhi rossi (riduce l’effetto occhi rossi dovuto al flash che scatta impropriamente), Disattiva (il flash non scatta indipendentemente dal sensore di luminosità e dal resto).

Bilanciamento del bianco e compensazione esposizione

Il bilanciamento del bianco è utilissimo in funzione delle condizioni atmosferiche e della luminosità ambientale in cui vi trovate. Lasciare su Automatico affinchè il software gestisca da sè le varie condizioni, spostare su Assolato in caso di sole picchiante e luminosità intensa. Lasciare su Nuvoloso in caso ci sia una forte presenza di bianco già dovuta alle nuvole e alle condizioni atmosferiche poco serene, altrimenti Incandescente se dove state scattando ci sono delle luci di lampadina o Neon e fluorescente idem come sopra.
Del bianco fa anche parte la compensazione dell’esposizione: vedete tramite il riquadro come bilanciare l’esposizione (a seconda siate o meno in un ambiente poco o largamente illuminato) e premete Ok.

ISO, ovvero foto chiare senza flash anche al buio

Sia chiaro: l’ISO non è in grado di fare miracoli, ma vi spiegherò brevemente come funziona. Quando l’otturatore scatta velocemente, si ha uno scatto meno luminoso perchè la luce che è passata nell’obbiettivo è di meno. Al contrario quando impostiamo una sensibilità ISO maggiore (parametro Alta) i tempi di scatto saranno notevolmente più lunghi a favore di una maggiore luminosità della foto. Non è possibile fare miracoli però salva molte foto (ad esempio in cattedrali poco illuminate) e rischia di rovinarvene altrettante se non vi accorgete di averlo lasciato settato su Alto mentre scattate in spiaggia o in città. Su Automatico, il telefono provvederà lui ma la gestione dell’ISO, rispetto agli altri parametri, è più delicata e consiglio sempre di farla a mano e fare successivamente qualche scatto di prova prima di incominciare a fare foto vere e proprie.

Altri settaggi

Ci sono poi settaggi di minore importanza, come il contrasto e la Nitidezza, così come gli effetti a colore, oppure seppia e bianco e nero. Così come, oltre al rettangolino del fuoco, è possibile impostare una griglia del mirino, per “schematizzare” la foto. Interessanti sono poi la modalità sequenza, specie se poniamo il nostro cellulare su un piedistallo o su un cavalletto: ogni 1, 5 o 10 minuti (tempi che sono settabili a piacimento) il telefono scatterà salvando la foto; la modalità autoscatto, specie anche qui se usata con un cavalletto o piedistallo, che consente di far partire l’otturatore dopo un count-down di 5, 10 o 20 secondi.

Settaggi per i video

Come saprete, il telefono gira in automatico i video in autofocus, quindi non c’è bisogno di griglie o rettangolini perchè il telefono si regola sempre sul miglior bilanciamento.
L’impostazione migliore non è settata di default, quindi se avete un telefono nuovo correte nelle Impostazioni sotto Opzioni quando aprite la Videocamera e selezionate Qualità TV Alta, per avere il miglior settaggio. Questi girerà video a 640×480 (risoluzione quasi-DVD) a ben 30 frame per secondo con audio stereo. Un’altra cosa che può essere utile, sempre da questo menu, è la Stabilizzazione del video. Questo fa si che le immagini non siano tremolanti grazie ad una compensazione che il processore del telefono svolgerà durante le riprese. E’ consigliabile attivarla.
Come prima abbiamo il bilanciamento del bianco e la modalità scene su questo telefono, oltre che alla selezione del colore principale per girare il video.
Anche qui settate tutto a vostro piacimento come detto prima e sarete pronti a girare fantastici video!!!!!

Spero che questo tutorial sia stato utile almeno a qualcuno, specie ai meno esperti che non sapevano bene come regolare la propria foto/videocamera. Alla prossima!

Guarda anche

Nokia-Belle

Nokia Symbian : Nokia Belle ultimo aggiornamento per il Symbian ! Symbian The End ?!

Da Nokia Developer comunica che Nokia Belle FP2 potrebbe essere l’ultimo aggiornamneto importante per gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *